Trecenta orsù, rallegrati
degli avi il giuro è sciolto:
per sempre il nero crimine
é vendicato e tolto.
Dell’ardimento ignobile,
degli scomparsi eroi,
l’orma fatale a sperdere
tardi arrivammo noi.
Ma senza colpa e vergini
Del vile disonor:
Viva San Giorgio,
stirpe d’eroi,
evviva il simbolo
da vita a fe’.
Dall’alto guardaci, sian figli tuoi,
vogliamo vivere vicino a Te,
vogliamo vivere vicino a Te.