Anche i matusa come noi, da S. Valentino,
si sentono tornare il cuore da ragazzino.
Il bel sentimento che parte dal cuore,
è rivolto sicuramente alle nostre signore.
Durante l’anno ci fanno incavolare,
oggi però le dobbiamo perdonare.
I meriti e le colpe si è sempre sentito dire,
a metà si devono spartire.
Perché loro ribadiranno: “Con tutto quello che ci fanno sopportare”…
Siamo sinceri, se non ci fossero le dovremmo inventare.
Oggi, giorno di S. Valentino,
facciamo loro un brindisi, non solo col vino.
Non vergogniamoci, appelliamoci  al nostro cuore,
facciamo gli auguri e diamo un bacio alle nostre signore.

Trecenta, 14 – 02 – 03