L'uomo è un animale strano, anche dopo morto,
vorrebbe avere ragione anche se ha torto.
Ammettere i propri errori è un comportamento ragionevole,
c'è invece qualcuno che questo atto lo considera disonorevole.
Mi è successo un fatto, che mi ha inserito un rospo in gola,
pensando che la ragione è una sola.
Ametto tutti tirano la ragione dalla propria parte,
a sostegno della mia calo le carte.
Un mio parente se l'è presa male,
per un torto che a me sembra banale.
La causa è questa e mi rimetto al vostro giudizio,
si è arrabbiato perché non invitato ad un sposalizio.
Sinceramente  se succedesse  a me questo fatto,
griderei ad alta voce:"Dio sia lodato".
Quello che non capisco è da un lato,
come mai non si ricorda più i piaceri che gli ho fatto.
Però l'esperienza mi fa capire facilmente,
arrabbiandosi, ha un alibi e pensa di non dovermi più niente.
Per fortuna la natura mi ha dotato della ragione,
e, anche senza la sua gratitudine, campo benone.